Call for papers – A proposito di identità. Contributi per una riflessione.

Invito a presentare contributi per il numero speciale di Ragion Pratica (2, 2015):

A PROPOSITO DI IDENTITÀ.

Contributi per una riflessione

(a cura di Susanna Pozzolo e Annalisa Verza)

Il secondo numero del 2015 della rivista Ragion Pratica verrà dedicato al tema dell’identità.

Concetto personale e al contempo sociale, da sempre snodo centrale e imprescindibile per pressoché ogni settore della riflessione culturale, oggi, in particolare, come conseguenza dei tanti e veloci mutamenti intervenuti nel mondo del diritto, della politica, della tecnologia e della cultura, la concettualizzazione dell’identità riceve nuove sollecitazioni e stimoli potenti verso sempre più complesse riformulazioni e rivalutazioni.

Da un lato, infatti, sin dagli anni ’90 è diventato comune associare all’affermazione identitaria, in un quadro politico di “diversity”, una valenza positiva associata a diritti di stampo “multiculturale” alla difesa e al riconoscimento, sotto vari profili, della specificità individuale – pur con tutte le problematiche che ne derivano e con la reale superficialità “consumistica” con cui questo multiculturalismo è venuto spesso ad esprimersi.

Dall’altro lato, tuttavia, anche i recenti tragici avvenimenti collegati, all’opposto, ad una permanente e profonda, spesso esacerbata, intolleranza del diverso rimettono in primo piano i rischi e le problematiche collegate a quelle categorie collettive (dalla lingua all’etnia, dal sesso alla religione) che pretendono, come dice Amartya Sen, di definire in maniera irrevocabile l’essere umano, “minimizzandolo” e ponendo così le basi per una cultura di violenza, materiale e simbolica.

Il concetto di identità, dunque, richiede nuove valutazioni; ma esso sollecita anche nuove definizioni: dalla nozione di identità sessuale, rimessa in questione nell’ambito degli studi di genere (in particolare di ambito LGBT) alle implicazioni politiche delle identità culturali e religiose; dall’ardua definizione di un confine tra identità offline e online nel mondo “virtuale” 2.0 alle sfide lanciate dallo sviluppo delle nuove tecnologie in ambito bioetico, le questioni sollevate dalla problematicità dei confini dell’idea di identità si moltiplicano e si intersecano tra di loro, rivelando l’urgenza di un suo ripensamento.

L’intento delle curatrici del volume è quello di raccogliere contributi originali che riflettano su tale concetto, con particolare attenzione ai nuovi problemi che esso solleva per la riflessione contemporanea, esplorandone le relative implicazioni a partire da diversi tipi di approccio (filosofico, giuridico, bioetico, politico o sociologico).

Possiamo, a titolo esemplificativo, identificare i seguenti ambiti tematici come particolarmente rappresentativi delle nuove sfide incontrate dal concetto di identità, pur mantenendo la call aperta anche a ulteriori suggerimenti:

1) Identità sessuale

2) Identità virtuale

3) Identità culturale

4) Identità religiosa

5) Identità e devianza

6) Identità genetica

7) Identità e violenza.

Tutti i contributi saranno sottoposti a referaggio.

Si prega di inviare i contributi a susanna.pozzolo@gmail.com o a annalisa.verza@unibo.it secondo le seguenti deadlines:

1 marzo: invio del titolo e dell’abstract;

10 maggio: invio del testo completo;

10 giugno: comunicazione dell’esito del referaggio e eventuali richieste di rielaborazione;

30 giugno: versione definitiva dei testi per la stampa.